Come Scegliere le Ante della Cucina: Materiali e Frontali Esterni

Come Scegliere le Ante della Cucina: Materiali e Frontali Esterni

Le ante delle cucine componibili e le strutture portanti, sono il particolare esterno che maggiormente identifica e distingue un modello dall’altro. Le tecniche costruttive sono molteplici e ogni materiale ha le sue peculiari caratteristiche. In prima analisi possiamo dire che la quasi totalità delle ante e delle strutture sono costituite da un rivestimento esterno, sovrapposto ad un materiale interno, quindi ciò che noi vediamo all’esterno, con pochissime eccezioni, non è mai dello stesso materiale con cui è costruita l’anima dell’anta o della struttura in esame.

Il materiale con cui possono essere costruiti gli interni, ai quali viene applicato il rivestimento esterno, sono:

  • Pannello truciolare, costituito da particelle legnose pressate con resine a basso contenuto di formaldeide. Può essere anche alleggerito e in tal caso prende la denominazione di “light” con un peso mediamente inferiore del 20%. Degno di nota è il fatto che i pannelli utilizzati da Lube Cucine sono i più ecologici al mondo, infatti sono prodotti utilizzando legno riciclato al 100% a bassissimo contenuto di formaldeide in conformità allo standard F4 stelle secondo la norma JIS, certificato dal ministero giapponese, il più severo in merito alle normative di salvaguardia ambientale. Tale standard prevede una emissione di formaldeide inferiore sino a 4 volte rispetto allo standard Europeo / Tedesco.
  • Pannello di fibre a media densità (MDF) o medium density, costituito da ramaglie e scarti di lavorazione del legno. E’ un prodotto interessante dal punto di vista ecologico in quanto la produzione non implica l’abbattimento sistematico di alberi. I pannelli sono composti da fibre di legno ottenute mediante vapore ed appositi sfibratori, legate tra loro con collanti termoindurenti. Tali fibre, una volta pressate, conferiscono al pannello delle buone caratteristiche meccaniche, ottima stabilità dimensionale e compattezza lungo i bordi.
  • Pannello in multistrato, il quale viene definito così quando cinque o più strati di legno vengono disposti con le fibre incrociate e fissati tra loro con collanti. Qualora i collanti siano resistenti all’acqua e all’umidità, tali pannelli vengono definiti “compensato marino”. Data la resistenza all’acqua questo tipo di pannello viene infatti utilizzato anche nella costruzione di barche. Lube cucine, per i modelli che prevedono l’utilizzo di tale pannello, utilizza esclusivamente compensato marino.

Alcune tipologie di ante o strutture possono essere realizzate totalmente in legno massello, costituito da tavolame di larghezza variabile e di spessore che può andare dai 18 ai 35 mm, di diverse essenze. Le più utilizzate, per le particolari caratteristiche di robustezza e stabilità, sono: rovere, noce, castagno, frassino, pino, toulipier e alcuni legni esotici. Il legno massello non viene mai rivestito, ma esclusivamente verniciato con vernici apposite che hanno, oltre alla funzione estetica, lo scopo di proteggere il legno dalle aggressioni esterne (detersivi, grassi, acqua, ecc..).

Il materiale di finitura esterna delle ante, qualora non si tratti di legno massello, è costituito da :

  • Rivestimento melaminico (o nobilitato), costituito da carta melaminica, materiale sintetico costituito da fogli di carta impregnata di resina melaminica. Il continuo sviluppo tecnologico, unito a doti notevoli di durezza e resistenza al graffio e ai solventi della superficie, rende questo prodotto usatissimo nel mondo dell’arredamento. Le finiture di ultima generazione rendono praticamente indistinguibile il pannello così rivestito dal legno vero.
  • Rivestimento in laminato polimerico (posizionabile solo su pannello in MDF in quanto più liscio ed uniforme del truciolare). Il pannello, anche se con sagomature complesse viene cosparso di colla apposita su cui viene posizionato un foglio di polimerico (materiale plastico costituito da PVC o PET). L’anta è poi pressata in una pressa che scalda ed espelle l’aria in eccesso facendo aderire il foglio. Il Polimerico permette di rivestire in maniera continua sia la faccia frontale dell’anta sia i quattro bordi laterali, conferendo all’anta un’estetica gradevole, che lo rende altamente resistente alle infiltrazioni dei liquidi e agli urti.
  • Rivestimento in laminato, conosciuto anche con il nome commerciale di “formica”, è composto da resine fenoliche (supporto) e melaminiche (carta estetica decorativa) incollate tra loro sovrapponendole. Lo spessore del laminato è quindi da 4 a 10 volte lo spessore del solo melamminico, da qui la normalmente maggiore resistenza superficiale e la miglior tenuta all’acqua.
  • Rivestimento in acrilico – eseguito su pannelli in truciolare – esternamente (la parte a vista dell’anta) con metacrilato di spessore 1,4 mm con finitura lucida ed internamente con metacrilato goffrato di spessore 1.2 mm. I profili sono normalmente bordati con bordi in ABS lucido verniciati. Questo materiale è del tutto simile nell’aspetto alla finitura laccata lucida; è atossico e rimane inalterato nel tempo, conservando tutte le sue caratteristiche originarie di brillantezza. Anche il colore non ingiallisce nel tempo, è resistente ai raggi ultravioletti e all’umidità.
  • Ante in vetro, le quali sono costituite da telaio (alluminio o legno) e vetro temperato. La denominazione “temperato” indica un vetro con particolari caratteristiche di durezza a resistenza agli urti, ottenute attraverso un procedimento che consiste nel riscaldare ad elevate temperature il vetro, per poi raffreddarlo bruscamente. Il vetro viene poi rilegato, serigrafato e/o verniciato con vernici lucide od opache, cosicchè la superficie esterna appaia del colore voluto.
  • Ante in Gres, costituite da un profilato in alluminio di vario spessore (normalmente da 16 a 24 mm) su cui viene incollata esternamente una lastra in gres porcellanato (il materiale delle piastrelle di maggiore resistenza) di spessore 3 mm disponibile in diverse finiture.
  • Ante in acciaio inox, costituite da un’anima lignea con uno spessore di circa 18-22 mm. e da un rivestimento di acciaio inox.
  • Rivestimento in legno impiallacciato (detto anche tranciato), è costituito da un sottile foglio di legno (circa 0,6 mm) di varie essenze, ottenuto attraverso la tranciatura dei tronchi. Viene incollato sui vari pannelli legnosi (MDF, truciolare, legno massello, ecc), stuccato e verniciato. Con tale operazione si ottengono eccezionali risultati estetici e si evitano così i movimenti strutturali tipici del legno massello.

Le lavorazioni di finitura della totalità dei materiali lignei (impiallacciati o massello) e a volte anche su ante polimeriche, si completano con il processo di verniciatura. Quando le venature del legno sono visibili si parla di “poro aperto”, quando le venature sono completamente invisibili, si parla di poro chiuso.

Le vernici utilizzate possono essere di vari tipi:

  • Vernice Acrilica, con altissima resistenza alla luce che dà i migliori risultati contro l’ingiallimento. Si utilizza in particolare nei legni chiari dove un eventuale ingiallimento della vernice provocherebbe un viraggio del colore molto sgradevole. Conferisce al legno un aspetto molto naturale in quanto può essere applicata con un minimo di spessore senza creare l’effetto di sovrapposizione di una pellicola trasparente sul pannello di legno.
  • Vernice Poliuretanica, è la più usata nel settore del legno in quanto economica e di facile applicazione. Avendo scarsa resistenza alla luce tende ad ingiallire e per questo non è adatta per la verniciatura di legni chiari.
  • Vernice all’acqua, utilizzata per i nuovi sistemi di verniciatura ecologica nei quali il solvente utilizzato è l’acqua. In questo modo si risolvono alcuni grandi problemi di impatto ambientale (basti pensare che in certi casi, utilizzando la verniciatura tradizionale, il 70% di prodotto applicato evapora durante l’essiccazione sotto forma di solventi inquinanti).
  • Vernice Poliestere, è normalmente utilizzata dove si vogliono ottenere grossi spessori di vernice con ottime resistenze meccaniche (pannelli laccati). Essendo più dura delle vernici acriliche o poliuretaniche, viene normalmente usata anche sui piani dei tavoli e sugli altri elementi soggetti ad usura. Può essere lucidata (laccato lucido) con sistemi che prevedono l’utilizzo di grane sempre più fini, fino ad ottenere una superficie speculare di grande effetto estetico. Anche le vernici poliestere hanno scarsa resistenza alla luce e non sono adatte per produrre laccati molto chiari che ingialliscono facilmente.

Il grado di brillantezza delle superfici viene misurato in Gloss, tramite un apposito strumento detto glossmetro, e si distingue in:

  • Opaco: fino a 10 gloss
  • Semiopaco: da 11 a 35 gloss
  • Semilucido: da 36 a 60 gloss
  • Lucido: da 61 a 80 gloss
  • Altamente Lucido: oltre gli 80 gloss

Lo spessore del film secco di vernice sul componente si identifica misurando lo spessore della qualità di vernice applicata:

  • Poro Aperto: fino a 5 micron di spessore
  • Poro Semiaperto: da 6 a 20 micron di spessore
  • Poro Semichiuso: da 21 a 60 micron di spessore
  • Poro Chiuso: oltre 60 micron di spessore

In conclusione, quando si sceglie il materiale ed il rivestimento esterno delle ante, è importante che ci sia una valutazione non solo estetica, ma anche qualitativa, perché è da quest’ultima che dipende la durata e la sicurezza della tua cucina. Considera anche che se la usi molto, è più opportuno per te scegliere un materiale resistente e che “nasconda” bene lo sporco.

Inoltre, indipendentemente dai gusti e dalle esigenze personali, il nostro consiglio è di scegliere SEMPRE ante cucina made in Italy, perché è sinonimo di qualità, sicurezza e sostenibilità ambientale.

Leggi anche: 10 Consigli Utili per Scegliere la tua Cucina Ideale

RICHIEDI UN PREVENTIVO GRATIS E SENZA IMPEGNO!

  • CONCEPT STORE LUBE - PINEROLO
  • 0121 212121 - 0121 396400
  • Via Saluzzo, 73, Pinerolo (TO)
10 Consigli Utili per Scegliere la tua Cucina IdealeBonus Arredi Le Agevolazioni Fiscali per il 2016

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi