Ante da cucina, i differenti materiali con i loro pregi e difetti

Ante da cucina, i differenti materiali con i loro pregi e difetti


ante-da-cucina-Cucine-Lube

La cucina è una delle parti più importanti di una casa e progettarla nel migliore dei modi, in maniera funzionale e gradevole dal punto di vista estetico, non è impresa da poco. Conoscere le caratteristiche dei miglior materiali per le ante da cucina presenti sul mercato può essere un aiuto per scegliere quello adatto alla cucina dei tuoi sogni.

Quando si progetta una cucina e le sue ante, ci sono tantissime cose da tenere in considerazione. Lo stile generale, la bellezza estetica ma anche la funzionalità e la giusta organizzazione degli spazi. In cucina anche la scelta dei materiali ha la sua importanza e anche in questo caso bisogna prestare attenzione al gusto estetico e alle funzionalità.

Per una spiegazione più ordinata, in questo articolo tratteremo esclusivamente i materiali per le ante da cucina.

I materiali ideali per le ante

Per quanto riguarda le ante della cucina, il mercato offre infinite soluzioni che si differenziano per composizione, estetica e prezzo. I migliori materiali per le ante da cucina sono:

  • Ante da cucina in melaminico: si tratta di pannelli in agglomerato di legno, rivestiti con fogli impregnati di resine. Il rivestimento permette la personalizzazione che si preferisce ad esempio con effetti come il legno, cemento, pietra ecc. È un tipo di materiale economico e, se adoperato nella giusta maniera, non presenta particolari punti deboli. Una piccola attenzione può essere quella, dopo aver lavato l’anta, di procedere con l’asciugatura mediante un panno asciutto.
  • Ante da cucina in laccato: si tratta di un pannello uniformemente verniciato su tutti i lati, e dal punto di vista estetico si ottiene un effetto pulito ed elegante. È possibile scegliere tra la versione lucida o opaca permettendo un’ampia gamma di colori disponibili. Questo materiale è più sensibile ai graffi di altri, perciò è bene prestarci qualche accortezza in più.
  • Ante da cucina in legno impiallacciato: questa è la soluzione ideale per chi vuole del legno in cucina. Questo materiale non è un vero e proprio pannello di legno massello, ma uno strato di legno pregiato in superficie applicato ad un supporto sottostante. Ciò non è assolutamente un punto di debolezza, anzi, è assolutamente una caratteristica positiva poiché ci permette di realizzare superfici più ampie evitando i movimenti di assestamento tipici del legno.
  • Ante da cucina in vetro: questo materiale igienico, resistente al calore, all’umidità e indeformabile può avere una finitura lucida o opaca. L’effetto luminoso ed elegante non richiede un’attenzione particolare per la pulizia, la cosa importante è utilizzare prodotti idonei che non lascino aloni.

I materiali più ricercati

  • Ante da cucina in glaks: il glaks crea un effetto vetro alla vista, mentre al tatto risulta vellutato e leggero nonostante la sua resistenza agli impatti e all’usura. Termoresistente e flessibile, può essere creato in grandi varietà di colori, e punto assolutamente a suo favore: non si vedono le impronte, nemmeno nella sua versione lucida!
  • Ante da cucina in polimerico: le ante in polimerico sono composte da un pannello in fibre di legno di media densità la cui superficie viene rivestita con un materiale sintetico di spessore variabile, che conferisce al pannello una gradevole estetica e una alta resistenza alle infiltrazioni di liquidi e agli urti. Il polimerico permette di rivestire in maniera continua sia i frontali sia i quattro bordi laterali.
  • Ante da cucina in massello: l’anta in massello è composta in materiale naturale, il suo telaio e i suoi traversi sono ottenuti dal legno ricavato dalla parte più densa dell’albero. L’orige “naturale” dell’anta fa si che sia normale la presenza di lievi imperfezioni naturali della superficie.. difetto??

Assolutamente no, anzi, direi caratteristica assolutamente molto bella.

  • Ante da cucina in malta cementizia: Questa particolare tipologia di anta è realizzata mediante l’assemblamento di diversi impasti. La particolarità del prodotto e soprattutto il metodo di applicazione ne determinano un aspetto cementizio proprio della sua natura, quali piccole imperfezioni, piccoli fori e segni disomogenei della spatola, che ne esaltano la sua artigianalità.

Oltre ad essere molto bello e particolare è anche notevolmente resistente alle abrasioni, ai grffi e alle macchie.

  • Ante da cucina in Pet: il polietilentereftalato è una materia sintetica moderna, ecologica e totalmente riciclabile, per questo ecosostenibile ed ecocompatibile. Risulta molto igienico e resistente, flessibile e inalterabile nel tempo.. il GREEN che ci piace.

Insomma, esistono infinite possibilità per scegliere i materiali perfetti per le ante da cucina; se state cercando consigli su quello perfetto per la vostra cucina, ma non sapete come scegliere, vi invitiamo a contattarci cliccando qui!

E per tutte le altre curiosità in merito alla cucina dei tuoi sogni aspettaci una settimana, e poi, leggi il nostro nuovo articolo!