Materiale ideale per il lavello da cucina: quale scegliere?

Materiale ideale per il lavello da cucina: quale scegliere?


2021-09-Cucine-Lube-Torino-Tipologie-Lavello-v2

Nell’ultimo articolo del blog pubblicato abbiamo presentato per voi una guida alla scelta del lavello da cucina ideale, in termini di forme, dimensioni e design.

Tra le tante informazioni che avrete avuto modo di piacere e approfondire in corso di lettura, forse non sapete che c’è un altro aspetto imprescindibile che non è possibile sottovalutare, in fase di acquisto. Stiamo parlando del materiale con cui deve essere realizzato il vostro lavello da cucina.

Le opzioni disponibili sono diverse: sicuramente l’acciaio è quella diffusa maggiormente tra le mura domestiche delle case degli italiani. Trova riscontro in chi desidera un risultato luccicante e lucido, non riuscendo a immaginare il lavello diversamente.

Non esiste unicamente l’acciaio come materiale a disposizione per il lavello da cucina. Potrete ottenere lo stesso effetto, oppure effetti diversi a seconda delle esigenze e stile, anche con materiali dalle caratteristiche differenti.

Noi di Cucine Lube Torino abbiamo come obiettivo quello di supportarvi nella scelta, trovando la soluzione ideale sia a livello estetico che di design.  Ecco per voi, oggi, un approfondimento dedicato unicamente ai materiali di lavello da cucina, con tutte le caratteristiche.

 

Le tipologie dei materiali di lavello

Il lavello da cucina in acciaio

Iniziamo proprio presentando le caratteristiche del materiale più utilizzato: il lavello da cucina in acciaio inox.

Tra i vantaggi dell’acquisto di un lavello in acciaio inox riconosciamo la resistenza alle alte temperature, la possibilità di integrare il lavello con diverse rifiniture, da quella più lucida a quella satinata.

Una soluzione luminosa, igienica, economica, duratura nel tempo e resistente al calore.

I lavelli in acciaio possono avere una finitura lucida, satinata o antigraffio. Con l’acciaio sono possibili, inoltre, tutte le tipologie di incasso, ovvero sopratop, filotop, sottotop. È possibile reperirli con forme diverse e cioè con vasche tonde o squadrate, monovasca o con doppia vasca (più gocciolatoio) oppure completamente integrato (con piano in acciaio).

Tra i contro dell’acquisto di un lavello in acciaio presentiamo: la possibilità di graffiarsi facilmente e l’importanza di effettuare un’asciugatura accurata.  Il lavello in acciaio inox deve essere asciugato alla perfezione dopo ogni utilizzo.

Che cosa succede, altrimenti? Vedrete la comparsa di aloni antiestetici e un accumulo di indesiderato.

Noi di Cucine Lube Torino, per la pulizia ordinaria dei lavelli in acciaio, vi consigliamo di ricorrere all’aceto bianco per le macchie meno ostinate e al succo di limone per mandare via gli odori.

Per la pulizia straordinaria raccomandiamo invece l’utilizzo di prodotti specifici. Da evitare l’uso di spugnette abrasive o prodotti chimici aggressivi e/o contenenti candeggina, nonché l’utilizzo di detersivi in polvere.

 

I lavelli da cucina in fragranite

Un’ottima alternativa ai lavelli da cucina in acciaio sono i lavelli da cucina in fragranite.

Innanzitutto, essendo un nome meno commerciale rispetto all’acciaio, forniamo le informazioni principali relative al materiale.

La fragranite è un materiale composto da microparticelle, polvere di granito e resine acriliche non tossiche. Il nome ha origine dalla prima azienda che a su tempo ha sperimentato l’uso del materiale, la Franke, e granite, che in inglese significa proprio granito.

Come nel caso dell’acciaio, anche questo materiale è particolarmente resistente alle temperature (fino a 280 gradi), igienico, il quale presenta una superficie liscia immune a macchie e aloni.

Con la fragranite è possibile realizzare lavelli da cucina in varie finiture e colorazioni, grazie alle quali sono possibili abbinamenti con differenti top, mobili, miscelatori, piani cottura, tutte nello stesso materiale.

 

I difetti del lavello in fragranite

Quali potrebbero essere, invece, gli spiacevoli inconvenienti con cui potreste confrontarvi acquistando un lavello in fragranite?

  • Nonostante la resistenza alle alte temperature, è bene evitare shock termici. Ad esempio, non poggiate mai pentole bollenti sul lavello. Prima di effettuare un’azione simile, è bene lasciare raffreddare le pentole e sciacquarle con acqua fredda;
  • Il prezzo. Date le sue proprietà, la fragranite è certamente un materiale costoso;
  • Non è indicato se siete sempre di corsa e non amate pulire. Soprattutto nei lavelli in fragranite di colore scuro, come quei bellissimi lavelli in fragranite nera, dovrete fare molta attenzione e praticare una pulizia giornaliera per non rischiare il formarsi di quegli orrendi depositi di calcare. In generale, pulite il lavello in fragranite con acqua tiepida, detergenti non abrasivi e una spugna morbida. Le spugnette abrasive rischiano di rovinare il materiale con il passare del tempo. Fate attenzione ai prodotti e alle sostanze che solitamente si usano per sturare gli scarichi dei lavandini perché sono aggressivi e possono causare macchie con cui sarà difficile combattere.

 

Non ti resta che venire a scoprire le tipologie di lavelli disponibili da Cucine Lube Torino. Vi aspettiamo per presentarvi la miglior soluzione a disposizione e supportarvi nella scelta più adatta alle vostre esigenze!