I consigli di Cucine Lube per il perfetto piano cottura a induzione

I consigli di Cucine Lube per il perfetto piano cottura a induzione


piano-cucina-a-induzione

Il piano cottura a induzione è sempre più diffuso nelle nostre cucine, ma spesso non se conoscono appieno tutte le caratteristiche e funzionalità.

Sempre più protagonista delle cucine italiane, la cottura a induzione ha tardato a prendere piede nelle case degli italiani a differenza degli altri paesi europei dove è presente già da tempo. Ancora oggi sembra esserci un po’ di scetticismo verso questo elettrodomestico che negli ultimi anni ha fatto passi da gigante, dimostrando di essere una valida alternativa ai sistemi tradizionali a gas.

Ecco, quindi, le sei cose che bisogna sapere sul piano a induzione, per scegliere il prossimo piano da cottura.

Sicurezza prima di tutto

Il primo punto a favore del piano cottura a induzione, è la maggior sicurezza rispetto agli impianti tradizionali. I vantaggi in questo ambito non derivano solo dall’assenza di fiamme e gas combustibile in casa. Infatti, non si corre il rischio di scottarsi toccando accidentalmente la superficie del piano, in quanto il calore è concentrato entro i bordi della pentola.

Pentole a induzione: devono avere caratteristiche speciali?

Nei piani a induzione, il calore è generato da campi elettromagnetici che si formano grazie a delle bobine alimentate a energia elettrica collocate sotto il piano in vetroceramica. Prerequisito fondamentale è che le pentole utilizzate abbiano un fondo piatto e realizzato in materiale ferroso. Per scoprire se le proprie pentole possono essere utilizzate su un piano a induzione basta avvicinare una calamita e vedere se si attacca al fondo della pentola. Se è così, allora vuol dire che è ferrosa e che funziona con l’induzione.

Velocità di cottura con il piano cottura a induzione

Uno dei grandi vantaggi del piano a induzione è sicuramente la rapidità: i tempi in alcuni casi sono addirittura dimezzati. Ad esempio, l’acqua che solitamente bolle in 5-6 minuti con il gas, su un fornello a induzione ne impiega appena 3.

Risparmio energetico

Lo spreco di energia è notevolmente ridotto dal momento che il 95% di quella assorbita è trasformata in calore per cucinare. L’energia viene di fatto diffusa solamente nel luogo dove serve, vale a dire sul fondo della padella, e una volta sollevata quest’ultima dal piano di cottura, la reazione si interrompe senza inutili dispersioni.

Pulizia del piano cottura a induzione

La pulizia è molto più pratica rispetto al classico piano di cottura a gas essendo privi di fessure o punti difficili da raggiungere in cui possono verificarsi incrostazioni.

Migliore cottura

La cottura dei cibi risulta migliore in quanto il calore si diffonde uniformemente su tutta la superficie della padella ed inoltre questi fornelli permettono di controllare con precisione molto elevata la temperatura dei “fuochi”.

Se siete interessati quindi a un nuovo piano cottura a induzione, potete contattarci per ulteriori informazioni, cliccando qui!